Ambiente Regi
D’Amato al Parlamento Ue: basta fonti fossili, futuro è autoproduzione e autosufficienza energetica basata su rinnovabili
23 giugno 2016
0

Il testo dell’intervento di oggi in Plenaria al Parlamento Ue a Bruxelles:

Presidente,

ritengo fondamentale giungere a un rapido abbandono della dipendenza da fonti fossili, per agevolare una diffusa autoproduzione e autosufficienza energetica basata proprio sulle rinnovabili.

L’impegno assunto dall’UE per l’abbattimento delle emissioni di CO2, ma anche l’urgenza di intervenire per ridurre drasticamente in tempi rapidi il livello d’inquinanti come ad esempio metalli pesanti e diossine presenti nell’aria, nell’acqua e nel suolo, dovrebbe obbligare tutti gli Stati dell’UE a mettere tempestivamente in pratica misure efficaci. Ne va della nostra salute e del nostro ambiente. Ma ne va anche delle nostre risorse finanziarie, visti i costi sanitari e sociali di un ambiente devastato proprio dalla dipendenza dalle fonti fossili come il petrolio e i suoi derivati, il carbone, il gas.

Per fare in modo che la transizione sia rapida, serve un grande sforzo che può essere sostenuto dalla ricerca, dall’innovazione e da un utilizzo effettivo ed efficace di tutti i fondi europei disponibili per incrementare l’efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Uno sforzo che non dovrebbe assolutamente essere frenato, come purtroppo abbiamo avuto modo di vedere in Paesi come il mio, da cosiddette riforme strutturali che si traducono, di fatto, in politiche di austerità o tagli insensati.

In sintesi, le città e le Regioni europee devono realizzare un cambiamento di paradigma, ma affinché ciò avvenga bisogna che, a cominciare da subito, a livello europeo e di ogni singolo stato membro, vi siano impegni precisi e vincolanti ad affidarsi a un mix energetico basato su fonti realmente rinnovabili.

There are 0 comments

ROSA D'AMATO