Comunicati Stampa Europa Puglia Salute
Endometriosi: anche l’Europa deve fare la sua parte a tutela delle donne
14 febbraio 2017
0

In questo momento al Parlamento Europeo è in discussione un report da titolo Promozione dell’uguaglianza di genere nella ricerca clinica e sulla salute mentale, in coerenza con le battaglie fatte sul territorio e in particolare quella per il riconoscimento dell’Endometriosi quale malattia ambientale invalidante dovuta principalmente al forte inquinamento, ho espresso durante la seduta plenaria il mio sostegno a tale iniziativa
Gia nel 2014 la Puglia, grazie alla proposta delle donne del Comitato Taranto Lider, ha approvato una legge che prevede l’istituzione del registro regionale dell’endometriosi la cui attuazione prevede in queste settimane l’elaborazione di un protocollo diagnostico terapeutico assistenziale, per la diagnosi precoce e il raggiungimento di una buona qualità di vita delle donne.
Ricordiamo che è accertato l´eccesso di rischio correlato con l’esposizione ad inquinanti come diossine, pcb e anidride solforosa e di questi territori Taranto ne è il simbolo.
Diverse ricerche scientifiche inoltre, hanno chiamato in causa anche i cosiddetti perturbatori endocrini, oggetto ultimamente di diversi scandali.

L’Europa può e deve fare la sua parte a tutela delle donne affette da questa patologia che condiziona la loro vita quotidiana e che nel 50 % di casi provoca infertilità e accelerare per la pubblicazione di linee guida su questa problematica.

Da donna tarantina, che dal primo momento ha partecipato alla battaglia con il comitato, continuo e continuerò il mio impegno a sostegno di questa causa.

There are 0 comments

ROSA D'AMATO