Ambiente
Fermiamo le trivelle: Votiamo Sì al referendum del 17 Aprile
6 marzo 2016
0
, , ,

Li hanno tenuti nascosti finché hanno potuto, ma alla fine i dati del ministero dell’Ambiente sull’inquinamento del mare legato alle piattaforme petrolifere sono stati resi pubblici. E lo studio ci sbatte in faccia una realtà che denunciamo da sempre: LE PIATTAFORME INQUINANO E TANTO.

NEL 2014, IN 8 CASI SU 10, È STATO RISCONTRATO UN INQUINAMENTO OLTRE I LIMITI FISSATI DALLE NORME COMUNITARIE. Si tratta di metalli pesanti (cromo, nichel, piombo, mercurio, cadmio e arsenico), idrocarburi (fluorantene, benzofluorantene, enzofluorantene, enzoapirene) e idrocarburi policiclici aromatici. Un gigantesco veleno che finisce nel nostro mare, nell’acqua in cui ci tuffiamo e che dissaliamo per i nostri campi, nel pesce che portiamo nelle nostre tavole. Un veleno che serve solo a riempire le casse dei petrolieri e che impoverisce i territori sotto tutti i profili, dall’economia all’ambiente.

IL GOVERNO RENZI, NON CONTENTO DI QUESTO SCEMPIO, VUOLE AUMENTARE IL NUMERO DI TRIVELLE. Grazie allo Sblocca Italia (in realtà un criminale Sblocca Trivelle che annulla le istanze e il potere di veto dei territori), il governo è pronto a rilasciare permessi di estrazione e di ricerca che nel complesso coprono un’area poco più vasta dell’intera Grecia.

UN TERRITORIO VASTO CHE RISCHIA DI VENIRE PERFORATO PER ESTRARRE PETROLIO O PER CERCARLO ATTRAVERSO DETONAZIONI SUBACQUEE.
Lo avevamo denunciato un anno fa al Parlamento europeo. Oggi ci ritroviamo qui per dire “NO” a questo scempio VOTANDO “SI'” AL REFERENDUM DEL 17 APRILE CONTRO LE TRIVELLAZIONI IN MARE. Purtroppo, Renzi ha fatto di tutto per impedire un vero e informato dibattito pubblico sul tema: ha evitato che il referendum si tenesse negli stessi giorni delle elezioni amministrative (con costi raddoppiati per la collettività), ha concesso pochissimo tempo alle campagne di informazione e ha relegato il voto a un solo giorno.

E’ chiaro a tutti che il governo sta cercando di IMPEDIRE DI RAGGIUNGERE IL QUORUM. Ma noi non ci fermeremo: faremo di tutto per informare le italiane e gli italiani sul gravissimo rischio che corre il Paese. Faremo di tutto per SALVARE IL NOSTRO MARE.

FERMIAMO LE TRIVELLE: VOTIAMO SI’ AL REFERENDUM DEL 17 APRILE

There are 0 comments

ROSA D'AMATO