Salute
L’ Austerity ha impedito l’accesso a farmaci, Ue tuteli diritto alla salute 
4 marzo 2017
0
, ,

 

L’accesso alle medicine rientra nell’ambito della tutela dei diritti dell’uomo, così come sanciti anche dalla Carta Europea dei Diritti Fondamentali. Tuttavia, i costi elevati anche di farmaci salvavita e le politiche di austerity che si sono abbattute sul comparto sanitario, escludendo milioni di cittadini dall’assistenza medica (come avvenuto ad esempio in Grecia e in Spagna), hanno privato molti cittadini europei della possibilità di accedere a cure e farmaci essenziali per la propria salute.

Inoltre, vi è la tendenza a diminuire sensibilmente gli obblighi richiesti alle aziende farmaceutiche sulle prove da fornire per l’approvazione di nuovi medicinali, con sperimentazioni più ristrette, autorità di controllo non sempre indipendenti dall’influenza o dal finanziamento delle imprese, e percorsi agevolati per la commercializzazione dei farmaci. C’è quindi una prevalenza delle logiche di natura commerciale e il cittadino è considerato un consumatore, anziché un soggetto il cui diritto alla salute deve essere tutelato prioritariamente.

Questo diritto dovrebbe essere protetto non solo nell’ottica dell’accesso e di un approccio migliorativo per il paziente, ma anche per quanto riguarda la facoltà di scelta degli strumenti, degli standard, degli approcci, delle terapie e dei farmaci anche alternativi, che dovrebbe essere ugualmente garantita.

Per questo il mio voto è favorevole.

There are 0 comments

ROSA D'AMATO