Comunicati Stampa Tran
NORMAN ATLANTIC, D’AMATO (M5S) A UE: NAVI TRAGHETTO OBSOLETE NEL MEDITERRANEO, UE INTERVENGA
21 gennaio 2015
2
, ,

Bruxelles, 21 gennaio 2015

Più controlli sulle certificazioni delle navi traghetto italiane per migliorare la sicurezza nel Mediterraneo ed evitare così nuove tragedie come quella della Norman Atlantic. E’ quanto ha chiesto l’eurodeputata M5S Rosa D’Amato nel corso del suo intervento alla commissione Trasporti del Parlamento europeo a Bruxelles. “C’è un documento confidenziale della Commissione europea che già cinque anni fa puntava il dito contro la flotta italiana, considerata obsoleta e rischiosa – dice D’Amato – Su 200 navi traghetto in servizio sulle rotte nazionali, ben il 45 per cento aveva più di 20 anni un lustro fa e la situazione da allora non è migliorata, anzi.  Molti di questi traghetti – continua l’europarlamentare – sono stati modificati e snaturati per essere funzionali alle nuove esigenze di trasporto. Ma così facendo sono diventati più vulnerabili, come il caso Norman Atlantic ha dimostrato”.
Per tutte queste ragioni, ha proseguito D’Amato, “occorre che ci sia un controllo maggiore sulle certificazioni rilasciate dall’Italia come dagli altri stati membri dell’Ue”.
Per quel che riguarda il mar Adriatico, ha sottolineato in chiusura l’eurodeputata, “il Parlamento sta attualmente lavorando sulla definizione della Strategia della Macro regione adriatico-ionica che per sua stessa natura ha un forte accento sui trasporti marittimi”. In tal senso, “all’interno della rete TEN-T è necessario un corridoio che colleghi Ancona a Bari, corridoio che a oggi manca”.

There are 2 comments

  • Ernesto ha detto:

    Cara Rosa D’amato o letto sul sito Torre D’amare il comunicato del tuo intervento alla Commissione Trasporti Parlamento Europeo a Bruxelles,delle navi traghetti Italiane, e Sicurezza.
    Cara Rosa D’amato, sono un x marittimo di una Società di navigazione trasporto pubblico con le isole Ischia Procida e Capri golfo di Napoli Caremar società Regionale in fase di privatizzazione, quello che voglio dirti che le navi di questa società non solo hanno più di 30 anni,come è possibile che la Capitaneria di Napoli accetta di ridurre le tabelle di esercizio da 17 persone a 15, dando maggior incarichi al personale restante fregandosi della parola “SICUREZZA” con quello che è successo al NORMAN ATLANTIC, per non parlare della deroga dell’orario di lavoro concesso dalla Commissione trasporti ITALIANA, e mandando a casa 20 lavoratori.
    Cara Rosa D’amato spero proprio in un tuo intervento, e se vuoi ti posso dare più notizie se tu mi scrivi sulla mia email.

    Saluti Ernesto Garzia

  • Ernesto ha detto:

    Cara Rosa, aspetto ancora risposta per l’articolo inviato il 22 Gennaio, per quando riguarda i traghetti del golfo di Napoli Caremar che hanno diminuite le tabelle del personale violando la SICUREZZA, e modificando l’orario di lavoro con la complicità delle autorità competenti Capitanerie Sindacati compreso il Ministero.
    Se veramente vuoi impegnarti mi rispondi sulla mia posta, e io ti spiego tutto.

    Saluti Ernesto Garzia

  • ROSA D'AMATO