Regi Varie
Patrimonio culturale integrato
18 maggio 2015
0

Il 6 maggio, in commissione REGI, abbiamo approvato un’opinione relativa al patrimonio culturale integrato, invitando la commissione per la cultura e l’istruzione, competente per il merito, a includere nella proposta di risoluzione che approverà, una serie di suggerimenti.

Il parere, che aveva come relatore l’on.Cozzolino, conteneva dei buoni spunti ma anche diverse criticità, e segnatamente: la menzione del grande progetto di Pompei all’interno della programmazione FESR 2007-2013 come un esempio di tale concentrazione dei fondi e di valorizzazione dell’unicità del patrimonio culturale europeo, e l’enfasi che veniva data alla rilevanza dei cosiddetti ‘grandi progetti’ (quelli eccedenti i 50 milioni di euro) nell’ambito della realizzazione degli obiettivi della politica di coesione.

Abbiamo presentato dunque degli emendamenti, che sono stati approvati o inseriti in degli ulteriori emendamenti di compromesso che hanno:

-eliminato ogni riferimento al ‘grande’ progetto di Pompei, in quanto non riteniamo particolarmente opportuno il riferimento, in un’opinione della commissione REGI ad un progetto che ad oggi presenta un notevole rischio di disimpegno automatico di 105 milioni di euro -70 di fondi comunitari e 35 di fondi nazionali-per via di ritardi gestionali ed inefficienze burocratiche a livello nazionale e regionale.

– sottolineato la necessità di promuovere e sostenere anche iniziative culturali su piccola scala, che possano contribuire sia alla conservazione del patrimonio culturale, sia allo sviluppo locale e alla relativa crescita economica del territorio;

– rimarcato che i progetti per la valorizzazione del patrimonio culturale debbano rappresentare esempi di attività economiche innovative e sostenibili, in grado di aumentare i flussi turistici, e di contribuire a proteggere e conservare l’identità culturale regionale, nazionale ed europea.

Il parere cosi emendato è stato approvato a larghissima maggioranza dalla commissione REGI

There are 0 comments

ROSA D'AMATO