Europa Sviluppo
Più trasparenza nel settore dell’energia
4 marzo 2017
0

L’istituzione di un meccanismo per lo scambio di informazioni riguardo ad accordi intergovernativi e strumenti non vincolanti fra Stati membri e paesi terzi nel settore dell’energia potrebbe essere un passo avanti per garantire trasparenza giuridica sugli accordi passati e futuri. Questo strumento dovrebbe agevolare e promuovere forme di coordinamento fra paesi produttori, paesi transito e paesi consumatori.

Ma potrebbe anche permettere di compiere passi da gigante per il coinvolgimento delle popolazioni interessate dagli effetti di tali accordi; in particolare, per quanto riguarda la realizzazione di infrastrutture impattanti anche dal punto di vista ambientale, come nel caso di gasdotti, oleodotti e rigassificatori.

Il meccanismo di scambio di informazioni infatti dovrebbe basarsi anche sul rilievo giuridico della corretta applicazione della Convenzione di Aarus “sull’accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico ai processi decisionali e l’accesso alla giustizia in materia ambientale”, il cui scopo è garantire ai cittadini il diritto alla trasparenza e alla partecipazione in materia ai processi decisionali di governo locale, nazionale e transfrontaliero concernenti l’ambiente e quindi anche le infrastrutture già citate.

In sostanza, ben vengano tutte le valutazioni di carattere giuridico, senza tralasciare alcun aspetto, incluso il legittimo coinvolgimento dei cittadini. 

There are 0 comments

ROSA D'AMATO