Agri Agricoltura Comunicati Stampa
Xylella: Basta misure sconsiderate, UE non può voltarsi dall’altra parte
21 dicembre 2015
0
,

“Quello varato da Ue e governo italiano è stato e resta un piano sconsiderato, varato in via emergenziale sulla scorta di informazioni parziali e, a quanto pare, manipolate. Lo abbiano detto fin dal principio e lo ribadiamo adesso. Non si doveva attendere la magistratura e non dovevano essere i cittadini pugliesi ad alzare le barricate per difendere il patrimonio economico, ambientale e culturale rappresentato dagli ulivi. Adesso, il commissario Ue Andriukaitis non puo’ voltarsi dall’altra parte e non far nulla in attesa di chissà quali eventi: Bruxelles si svegli, si chiarisca una volta per tutte con il governo italiano, e promuova da subito quelle buone pratiche agronomiche e quelle misure alternative già proposte e sperimentate con successo sul territorio. Senza dimenticare di allargare finalmente la ricerca scientifica ad altri soggetti che non siano solo i centri finiti sotto inchiesta”. Lo dice l’eurodeputata M5S Rosa D’Amato, commentando l’inchiesta della Procura di Lecce sul caso Xylella.

“A oggi, non vi è ancora chiarezza né sul legame tra Xylella e disseccamento degli ulivi – continua D’Amato – né sull’efficacia e la pertinenza degli abbattimenti. Dinanzi a questa confusione che si rimpalla tra Roma e Bruxelles, non resta altra strada se non quella di potenziare la ricerca e le buone pratiche agronomiche, sulla scorta di quell’approccio olistico che da tempo sollecitiamo. Si tratta di misure sostenibili avvallate, con dati, studi e sperimentazioni sul campo, da diversi esperti, ricercatori e organizzazioni di categoria, in Italia come all’estero. L’agricoltura, l’economia e l’ambiente pugliesi hanno già patito abbastanza – conclude l’eurodeputata M5S –  Non si puo’ non fare nulla: Roma si svegli e l’Ue batta un colpo.

There are 0 comments

ROSA D'AMATO