Agri Comunicati Stampa
XYLELLA, D’AMATO (M5S): BENE REVISIONE DECISIONI UE, ORA MISURE ALTERNATIVE
19 settembre 2015
0
, ,

“L’Ue sarebbe pronta a rivedere il suo piano anti-Xylella alla luce dei nuovi studi che hanno sostanzialmente escluso la vite dalla lista di piante a rischio, ma anche alla luce dei nuovi casi emersi in Corsica. Ora, sono contenta che finalmente anche Bruxelles, nei giorni in cui a Roma ci si appresta a varare il nuovo piano d’azione, sia disposta a rivedere le sue decisioni, cosi’ come sosteniamo da mesi. Quello che, pero’, va ribadito è che, da un lato, si provveda a risarcire i danni causati al settore vitivinicolo in Puglia, e dall’altro, a livello europeo, si cambino le modalità di approccio alla Xylella, passando da misure radicali come eradicazioni e uso di pesticidi su larga scala a un piano che preveda il contenimento del batterio, la promozione della ricerca e delle buone pratiche agronomiche e del biologico”. Lo dice l’eurodeputata del Movimento 5 Stelle, Rosa D’Amato,  commentando l’esito dell’ultima riunione del Comitato Ue per la salute delle piante. “Stando alle notizie che arrivano dalla Corsica – continua – il numero di piante colpite dalla Xylella è salito e il ceppo individuato è il Multiplex, una specie diversa da quella pugliese e molto più pericolosa per le sue continue e rapide mutazioni genetiche. Per questo motivo – conclude – l’Ue deve comprendere che la Xylella è un batterio impossibile da trattare con le quarantene. Va contenuto, proprio perché muta di continuo. Le eradicazioni sono inutili, perché di questo passo dovremmo abbattere gli alberi di mezza Europa. E il batterio va tolto dalla lista Ue dei patogeni da quarantena, l’Eppo”.

There are 0 comments

ROSA D'AMATO