Agri Comunicati Stampa
XYLELLA, D’AMATO (M5S): UE HA DECISO DI NON DECIDERE SU VITE E BARBATELLE, GOVERNO RENZI FALLIMENTARE
24 ottobre 2015
0
, , , ,

“Su vite e barbatelle, l’Ue ha deciso di non decidere. Nonostante gli studi del Cnr, fatti propri dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, che escludono la vite dalle piante a rischio Xylella, oggi il Comitato fitosanitario dell’Ue ha pensato bene di rinviare a novembre l’eventuale sblocco della commercializzazione delle produzione pugliese. Al danno, come temevamo, si è aggiunta la beffa. Il governo Renzi ha miseramente fallito, la sua voce a Bruxelles non conta nulla”. Così l’eurodeputata del Movimento 5 Stelle, Rosa D’Amato, commenta l’esito della riunione del Comitato fitosanitario permanente della Commissione Ue.

“Questa decisione – continua l’eurodeputata M5S – rappresenta un grave danno per l’economia pugliese. E’ inaccettabile che si continui a bloccare l’esportazione della vite pur sapendo che non c’è alcun rischio contagio. Così come è inaccettabile che si continui ad affrontare la situazione Xylella in Puglia con misure drastiche come gli abbattimenti, quando ormai è accertato che altri ceppi del batterio sono diffusi in altre parti d’Europa. Se la Xylella non è confinata solo in Salento, gli abbattimenti non servono a nulla: occorrono semmai misure alternative di contenimento, in Puglia come in altre zone dell’Europa”.

“A questo punto – conclude – il governo provveda subito a indennizzare gli agricoltori colpiti. La Puglia sta già pagando un prezzo altissimo per errori e responsabilità di Roma e Bruxelles”
RASSEGNA

There are 0 comments

ROSA D'AMATO